Capoliveri Isola d'ElbaErbario


Erbario Piante e fiori dell'Isola d'Elba

Eucalipto (Eucalyptus Globulus)

eucalipto


Nome Popolare: Eucalipto

Nome Scientifico: Eucalyptus globulus - famiglia Mirtacee

Descrizione: La maggior parte degli Eucalipti presenta quale caratteristica essenziale, la differenza di forma tra le foglie giovani e quelle adulte. Nell' Eucalyptus globulus le foglie giovanili sono opposte, di colore azzurro, mentre le foglie adulte sono alterne, verdi scure, a forma di falce e dure. I fiori sono di solito raggruppati in infiorescenze di vario tipo, con fiori , più o meno numerosi. Il frutto è una capsula legnosa dura. Forma e dimensioni sono svariatissime; la pianta può raggiungere notevole altezza.

Habitat: L' eucalipto, originario dell' Australia, cresce nelle zone temperate, centro e sud Italia e all'Elba è molto diffuso.

Periodo di raccolta: Le foglie possono essere raccolte in qualsiasi periodo dell' anno.

Utilizzo: Conosciamo solo quello medicinale. L'essenza dell'Eucalipto ha proprietà espettoranti, balsamiche e leggermente febbrifughe e sudorifere. L' Eucalipto è indicato per tutte le infezioni delle vie respiratorie, specialmente per i catarri bronchiali, l'asma e bronchite acute e croniche. E' una delle piante più efficaci che si conoscono contro le malattie bronchiali e polmonari. Il carbone del legno di Eucalipto costituisce un ottimo rimedio in caso di intossicazioni accidentali da veleno, cibo avariato, funghi velenosi, eccetera, in cui agisce come antidoto universale. L' Eucalipto cura la colite, la diarrea e malattie intestinali, tutto con risultato eccezionale.

Curiosità: " Oltre le sbarre del tuo giardino intatto tra gli eucalipti liguri si spazia " (Guido Gozzano, La via del rifugio). A metà del diciannovesimo secolo l' Eucalipto fu introdotto in Europa e in America dell'Australia e dalla Tasmania luoghi dove cresce in abbondanza superando anche i 100 m di altezza. L'Eucalipto cresce rapidamente e assorbe una grande quantità di acqua dal suolo: per questo motivo viene impiegato per drenare terreni paludosi contribuendo a evitare che si sviluppino le zanzare anofele portatrici del plasmodio causa della malaria.

Avvertenza: Se vi piace l'Eucalipto non piantatelo vicino casa perché una volta cresciuto può facilmente troncarsi sotto la furia del vento.

La nonna racconta: Ai tempi dell' ultima guerra, dal 35 al 45 la mia nonna era una bambina. A quel tempo di medicinali ce n' erano pochi. A mia nonna venne una fortissima tosse e non essendoci sciroppi per guarirla il medico curante fece fare uno sciroppo con foglie di Eucalipto, zucchero e bucce di arancio e questo fu molto efficace e mia nonna guarì.

Data e luogo di raccolta: 27/02/2001 a CapoStella

Ricette: Infuso per ustioni: Sei grammi di foglie di Eucalipto, 100 grammi di acqua. Lasciare le foglie di Eucalipto nell' acqua. Bollire per dieci minuti, coprendo il recipiente, filtrare. Fare lavaggi e applicare compresse di cotone imbevute di liquido, lasciandole agire per quindici minuti sulle zone ustionate si avrà un effetto lenitivo e cicatrizzante.

Bagno tonificante: 20 grammi di foglie di Eucalipto, 1 litro di acqua. Lasciare le foglie a macerare nell' acqua fredda una notte intera. Al mattino si farà bollire per 2 minuti il preparato, per poi farlo riposare per 30 minuti. Filtrare e versare il decotto nell' acqua del bagno. Frizionando energicamente la pelle, si otterrà un benefico effetto stimolante e deodorante.

A cura di: Gian Marco Crispu e Alessia Marinari