Capoliveri Isola d'ElbaErbario


Erbario Piante e fiori dell'Isola d'Elba

Achillea (Ligustica)

achillea


Nome Popolare: Achillea, Sanguinella, Erba dei tagli; all'Elba: Millefoglio.

Nome Scientifico: ligustica

Descrizione: L'Achillea ha molte foglie piccole e frazionate simili a quelle del Finocchio. Tutta la pianta è elaborata su rigidi e ruvidi steli, con i fiori all'apice che emanano un aroma forte e denso in modo che gli insetti non sostino troppo sulle fioriture. Il rizoma è strisciante e grazie a questo la pianta può stanziarsi e circolare. Va sottolineato in ogni caso che l'Achillea si affeziona ai luoghi che le si addicono. Il colore dei fiori può essere bianco o roseo.

Habitat: L'Achillea si adatta a tutti i tipi di terreni e a tutti i climi e si può trovare fino ai 2200 m. d'altitudine. All'Elba cresce nelle praterie, sui rilievi e ai bordi dei tratturi.

Periodo di Raccolta: L'Achillea fiorisce all'Elba dalla tarda primavera all'autunno.

Utilizzi Terapeutici: In medicina si usa solo la sommità dei fiori. Il Millefoglio è utilizzato in fitoterapia sia per uso esterno che per uso interno, per le proprietà vulnerarie e astringenti. Le foglie di Achillea sono inoltre un buon commestibile in piccole quantità. All'Elba, fino a qualche decennio fa, veniva impiegata per decotti rinfrescanti e depurativi e, insieme alla piantaggine, per curare le emorroidi.

Utilizzo In Cucina: L'Achillea è da consumare insieme ad altre insalate alle quali dona un aroma particolare; inoltre questa pianta si può utilizzare nelle minestre e nei minestroni.

Ricetta - Vino per l'appetito

Cosa serve: 10 g di foglie di Achillea, 100 g di vino bianco

Cosa fare: Macerare per 10 giorni le foglie di Achillea nel vino, filtrare il composto e berne un bicchierino prima dei pasti. Si potrà ottenere un benefico effetto stimolante sull'appetito.

Curiosità: Il nome Achillea ci riporta all'antica Grecia, al mitico Achille ed al suo maestro, il centauro Chirone, che al grande eroe guerriero avrebbe svelato i misteri delle scienze ed in particolare i segreti dell'erboristeria. Inoltre Achille scoprì che la Sanguinella poteva curare bene ogni tipo di ferita in battaglia. Si dice che Achille utilizzò questa piantina per curare i suoi guerrieri durante la guerra di Troia. L' Achillea è strettamente legata alla civiltà cinese, da cui nacque il testo del I-ching, ovvero "Libro delle mutazioni". Esso veniva consultato in ogni tipo di problemi e di difficoltà, per ricevere suggerimenti sull'atteggiamento da assumere e sulle azioni da praticare. Venivano per questo usati gli steli di Achillea, leggeri e resistenti; un certo numero di tali steli venivano appoggiati verticalmente su un tavolo sostenuti da entrambe le mani e poi, allargandole di colpo, lasciati andare, come nel gioco dello Shangay. Le decisioni venivano prese a seconda di come erano caduti sul tavolo.

Data e luogo di raccolta: 4 aprile 2002 - Capoliveri

A cura di Gian Marco Crispu e Serena Paolini