Capoliveri Isola d'ElbaErbario


Erbario Piante e fiori dell'Isola d'Elba

Borragina (Borrago Officinalis)

Borragina.JPG (337841 byte)


Nome Popolare: Borragine, Borrana, Succiamele

Nome Scientifico:Borrago officinalis

Descrizione: E' eretta, non molto alta, sui 30-50 cm, con foglie ovate, dentate, ristrette posterialmente, a formare il picciolo. I fiori, dal lungo calice anch'essi pelosi e di colore azzurro intenso, rosa e bianchi, sono situati nelle parti terminali dove si aprono. Essi sono a forma di stella blu.

Habitat: E' assai comune in Europa ed Ŕ stata naturalizzata in America del nord dove la si coltiva per le api che la trasformano in miele. La Borragine cresce bene in qualsiasi terreno purchŔ sia ben drenato in posizione soleggiata.

Utilizzo: Ottima per frittate ed insalate, la Borragine.

Cucina: Si prestano diversi usi.Per gustarne tutta la fragranza, porre un cucchiaio di fiori e quaranta foglie tritate in una caraffa. Aggiungere un bicchierino di Brendi, un mazzetto di pimpinella ed una buccia d' arancio .dopo trenta minuti, filtrare e servire con l'aggiunta di vino bianco secco e ghiacciato.

Medicina:La borragine viene usata anche come medicinale per la diuresi, per l'orticaria, per la gotta, per la tosse.Viene usata anche contro il raffreddore;preparando questo infuso:caffe.wmf (3788 byte)

Infuso di Borragina:15g di foglie di Borrana, 1L di acqua.Far bollire le foglie di Borragine nell'acqua per 10 minuti, lasciarle riposare 5 minuti e filtrarle accuratamente per eliminare i peli.Bere il decotto durante la giornata lontano dai pasti . Le proprietÓ sudorifiche della pianta saranno utili per le malattie di raffreddamento.

CuriositÓ: Per far si che le api ronzino felici in giardino mettervi piantine di Borragina, che esse trovano assolutamente irresistibili... anche le altre piante ne trarranno resistenza agli insetti e ai disagi climatici."Innanzi ai crespoli e alle canestre delle venditrici d'ortaggi... le donnette contrattavano per tre quarti d' ora un fascio di Borragine". Matilde Serau, Mors tua

Luogo e Data di raccolta: Capo Stella, 27/02/2001

Luogo di raccolta: Capo Stella

A cura di: Argenti Francesca e Esposito Alessandro